sabato 11 maggio 2019

The butterfly effect

In un qualsiasi sistema, l'effetto farfalla è quel fenomeno per cui una piccola variazione delle condizioni iniziali può generare a lungo termine anche alterazioni enormi. Il primo a occuparsene fu Edward Lorenz nel 1962. Per la verità egli inizialmente affermò che un singolo battito di ali di un gabbiano sarebbe stato in grado di cambiare il clima per sempre. Solo successivamente sostituì il gabbiano con una farfalla. Altrimenti questa pellicola si sarebbe chiamata The seagull effect, l'effetto gabbiano...
Comunque l'effetto farfalla ha avuto nel tempo una certa eco e ha ispirato gli esordienti o quasi Eric Bress e J. Mackye Gruber a sceneggiare e dirigere questa pellicola.
La trama in breve e senza spoiler, che tanto poi gli spoiler li metto dopo, ma prima avviso.
Il protagonista è Evan, che è stato cresciuto solamente dalla madre, in quanto il padre era rinchiuso in un manicomio.

lunedì 6 maggio 2019

Auguri per la tua morte

Ma cos'è questo Auguri per la tua morte, un thriller/horror del sottogenere slasher, una commedia, un film young adult, una pellicola del filone dei loop temporali? Forse tutto questo messo insieme.
Per la verità questo genere, ormai abbondantemente inflazionato, non mi appassiona più di tanto, ma sono arrivato a questo film per la storia del loop temporale, argomento che su quest blog troverà sempre spazio.
Dopo il capostipite del filone, Ricomincio da capo (che qui viene citato), periodicamente la persona destinata a dover rivivere una determinata giornata torna al cinema.
Questa volta, però, gli autori del soggetto e della sceneggiatura, Scott Lobdell e Christopher Landon, quest'ultimo anche regista, hanno voluto mischiare i generi e hanno inserito il loop temporale in un film horror, senza dimenticare l'umorismo, che negli ultimi anni ogni tanto ha contaminato lo slasher.
In Auguri per la tua morte seguiamo le disavventure di Tree (Jessica Rothe), una studentessa del college