martedì 31 ottobre 2017

In guerra per amore

In guerra per amore è la seconda opera dietro la cinepresa del poliedrico Pierfrancesco Diliberto, meglio noto al pubblico come Pif che, ancora una volta, torna sul grande schermo a parlare di mafia.
Per la verità In guerra per amore si pone inizialmente più come una commedia e tende a nascondere quasi fino alla fine, nel bene e nel male, gli obiettivi del suo regista, nonché sceneggiatore insieme a Michele Astori e Marco Martani, che già lo affiancarono nella scrittura della precedente opera, La mafia uccide solo d'estate.
Ma andiamo alla trama.
Siamo negli Stati Uniti, a New York, durante la Seconda Guerra Mondiale e seguiamo le vicende di Arturo Giammarresi, lo stesso Pif, un immigrato siciliano senz'arte né parte che lavora, senza troppo successo, in un ristorante. Arturo è innamorato, corrisposto, di Flora Guarneri (la bella Miriam Leone), nipote del proprietario del ristorante. Peccato che...

martedì 24 ottobre 2017

Questione di tempo

Questione di tempo (About time) di Richard Curtis è uno di quei film che in un qualche modo devono per forza far parte di questo blog, avendo affrontato uno degli argomenti che preferisco in assoluto: il tempo.
Per la verità, se ci soffermiamo sul nome del regista, capiamo già subito che Questione di tempo non è un classico film di fantascienza. Anzi, non è proprio un film di fantascienza e non lo vuole essere. Richard Curtis, prima di questa, aveva diretto solo due pellicole, Love actually e I love radio rock, ma aveva sceneggiato film come Quattro matrimoni e un funerale, Notting Hill, i film di Bridget Jones, un film e undici episodi della serie TV di Mr Bean. Niente fantascienza, quindi, a parte un episodio della serie Doctor Who.
Ma la trama?

lunedì 9 ottobre 2017

Il caso Freddy Heineken

Di solito su questo blog le recensioni non seguono proprio le uscite al cinema, ma le mie visioni, che a volte avvengono anche con anni di ritardo. E così questa pellicola di Daniel Alfredson sembrerebbe rispettare la regola. E invece no. Perché Il caso di Freddy Heineken al cinema in Italia non potete averlo visto, perché non c'è mai arrivato!
Questa pellicola, prodotta nel 2015 e tratta da un libro del giornalista investigativo Peter Rudolf de Vries (anch'esso mai arrivato in Italia) del 1987, pur avendo fra gli attori principali parecchi nomi noti, quali Anthony Hopkins (che non necessita di presentazioni), Jim Sturgess (io l'ho visto in Upside Down e Cloud Atlas, ma ha recitato in una decina di pellicole e svariate serie TV), Sam Worthington (Avatar dice nulla?) e Ryan Kwanten (anche per lui una ventina di film e numerose serie TV), ha avuto una distribuzione limitatissima. In Italia è arrivato solamente per il mercato home video e solamente alla fine dell'anno scorso.