mercoledì 26 aprile 2017

Predestination

Predestination è un film dei fratelli Spierig (chi?) del 2014, uscito in Italia nel 2015 e che, per un motivo o per l'altro, me lo sono perso. Se avessi saputo che trattava i viaggi nel tempo, da bravo appassionato, non me lo sarei certo fatto mancare, ma finalmente sono riuscito a recuperarlo.
Andiamo alla trama.
Il bravo Ethan Hawke è un agente temporale senza nome. In realtà il nome ce l'ha, ma non ci viene rivelato per esigenze di trama. Ethan, chiamiamolo così, provenendo dal 1985, anno in cui è stata inventata la macchina del tempo, sta rincorrendo un criminale soprannominato Fizzle Bomber, un terrorista attivo dal 1960 che causerà la morte di migliaia di persone.
Proprio durante una delle sue missioni nel passato per impedire le stragi, Ethan riesce a evitare che si verifichi un attentato, ma rimane gravemente sfigurato. Grazie a complessi interventi chirurgici (nel 1985) il volto gli verrà ricostruito, ma cambierà profondamente diventando quello di Ethan Hawke (il volto precedente non lo vediamo). Non sono spoiler, questo è l'inizio del film.

lunedì 17 aprile 2017

Lei

Siamo a Los Angeles, in un non ben precisato futuro, nel quale la vita di tutti i giorni è sempre più condizionata dall'informatica, al punto che tutte le persone possono collegarsi al computer di casa con un auricolare e un piccolo dispositivo video. Che poi, considerando che sono fuori casa e sto scrivendo questo post con uno smartphone, quel futuro non deve essere poi così remoto, già oggi andiamo in giro con un computer in tasca.
Il protagonista è Theodore Twombly (Joaquin Phoenix), un uomo solo e romantico, che da un anno è stato lasciato dalla moglie (Rooney Mara), ma non ha ancora voluto firmare il divorzio.
Theodore installa sul suo computer un nuovo sistema operativo dotato di intelligenza artificiale, in grado di assistere l'utente come se fosse un essere vivente, dialogando con lui e capendolo.

mercoledì 12 aprile 2017

Control

I Joy Division sono stati un gruppo post-punk attivo in Inghilterra dal 1977 al 1980 e sono diventati nel tempo uno dei riferimenti dei generi dark e gothic rock che sono sorti negli anni successivi. Simbolo del gruppo è sempre stato il cantante Ian Curtis, giovane e sfortunato paroliere, malato di una grave forma di epilessia e morto suicida nel 1980, evento che ha portato allo scioglimento del gruppo. I restanti tre componenti hanno poi dato alla luce il nuovo gruppo dei New Order, ancora oggi attivo e che ha poi verato verso generi più elettronici.
Il film Control è dedicato alla tormentata vita di Ian Curtis, dalle prime poesie e composizioni, ancora minorenne, alla nascita del gruppo che lo renderà poi famoso, dal matrimonio con la giovanissima come lui Deborah, alla nascita della figlia Nathalie, dal divorzio al successivo suicidio.

lunedì 10 aprile 2017

Passengers

Passengers è un film di fantascienza che non è di fantascienza. O, diciamo così, è un film che vira su altro, ma con un'ambientazione fantascientifica.
La pellicola di Tyldum ha ricevuto pesanti stroncature e qualcuno l'ha definita un fiasco di critica e di pubblico. Sarà, ma con un budget di 110 milioni di dollari, ne ha incassati 300, proprio male non è andata!
Andiamo alla trama.
L'astronave completamente automatizzata Avalon, di proprietà di una multinazionale, sta compiendo un lungo viaggio interstellare con a bordo un equipaggio di 258 persone e 5000 passeggeri, tutti ibernati.
L'obiettivo è raggiungere una colonia su un pianeta abitabile. Il viaggio è del tutto automatizzato e i passeggeri si dovranno svegliare 4 mesi prima dell'arrivo, vivere una sorta di crociera nello spazio e iniziare una nuova vita. Il viaggio durerá in tutto 120 anni, per cui passeggeri ed equipaggio non vedranno più amici e parenti lasciati sulla Terra.

mercoledì 5 aprile 2017

The boy

Ricapitoliamo brevemente gli elementi da cui parte questo film: oscura e inquietante villa isolata nella campagna inglese; bambola a grandezza naturale di un bambino di 8 anni; tragico evento avvenuto 20 anni prima; ragazza americana con un passato da dimenticare. Non manca nulla, l'horror più classico è servito.
Greta (la bella Lauren Cohan) ha appena lasciato il marito violento ed è scappata in Inghilterra, accettando di fare, ben pagata, la baby sitter del figlio di un'anziana coppia in procinto di partire per una lunga vacanza. Solo che il bambino, come si scoprirà già dalle prime scene e come il trailer certo non nasconde, è una bambola.

martedì 4 aprile 2017

Gravity

Lo spazio non è per gli esseri umani. Siamo più o meno abituati a vedere film di fantascienza ambientati nello spazio dove sostanzialmente nulla è diverso dalla Terra. Tutti si muovono in astronavi all'interno delle quali esiste uno dei trucchi più diffusi della fantascienza spaziale: la gravità artificiale. Astronavi o basi spaziali gigantesche, nelle quali lo spazio vitale è del tutto paragonabile a quello che viviamo tutti i giorni. Ma lo spazio non è così. Lo spazio è qualcosa di alieno, perché profondamente diverso dalla quotidianità e dalla percezione che abbiamo di essa.
Recentemente ho molto apprezzato l'approccio del meraviglioso Interstellar di Christopher Nolan, il quale ci ha ricordato che se vogliamo percorrere grandi distanze nell'universo dobbiamo fare i conti con la relatività.