martedì 25 settembre 2018

Una nuova alba - Dragonero n. 64

Era da un po' che non commentavo un albo di questa serie, venendo meno al mio proposito di recensirli tutti. Ma d'estate non è semplice star dietro al blog. Le recensioni si sono fermate al n. 60, ma gli albi li ho letti tutti!
Allora diciamo che questo n. 64 è un po' l'occasione per commentare non tanto il singolo albo, quanto tutta la Saga delle Regine Nere,

mercoledì 19 settembre 2018

Il suicidio di Aleister Crowley - Dampyr n. 222

Eccomi, con un po' di ritardo.
Ritorna in questo albo n. 222 la macrotrama dei Grandi Antichi che, questa volta, s'intreccia con le vicende di un personaggio storico che già abbiamo incontrato in questa serie: Aleister Crowley, l'enigmatico e controverso scrittore inglese, famoso per le sue esperienze esoteriche ed occulte.
Questa volta Harlan e soci vengono allertati dalla veggente Ann Jurging che un misterioso fenomeno, stranamente correlato ad Aleister Crowley e al poeta Fernando Pessoa, sta per verificarsi in Portogallo.
Leggiamo così una storia che alterna episodi del passato, quando l'occultista inglese e il più famoso poeta portoghese s'incontrarono e misero in scena quello che divenne noto come "il suicidio di Aleister Crowley" e il presente, in cui...

mercoledì 5 settembre 2018

Il curioso caso di Benjamin Button

Il curioso caso di Benjamin Button è una pellicola un po' datata, è del 2008, così riprendo lo standard di questo blog, basata sull'omonimo racconto breve di Francis Scott Fitzgerald, che descrive l'improbabile storia d'amore fra Daisy (Cate Blanchett) e Benjamin (Brad Pitt). Perché improbabile? Perché Benjamin vive al contrario!
Come al contrario?
Si parte da un'anziana Daisy ricoverata in ospedale e in punto di morte che racconta parte della sua vita alla figlia e quindi il film inizia con un lungo flashback (e anche qui andiamo quindi un po' al contrario).
Daisy racconta alla figlia la strana storia di un orologiaio che aveva costruito un gigantesco orologio per la stazione ferroviaria con la caratteristica che le lancette andavano indietro.

lunedì 3 settembre 2018

Sconnessi

Sono sempre un po' prevenuto nei confronti dei film italiani, ma ogni tanto mi capita di vederne e talvonta, lo confesso, resto anche piacevolmente sorpreso. Alcune recensioni di questo blog lo confermano. Mi lasciano infatti perplesso le trame spesso deboli e la recitazione non sempre all'altezza.
In questo caso parliamo di una commedia leggera che s'inserisce perfettamente nella cinematografia italiana recente e quindi giochiamo in casa.
Sconnessi è un film senza troppe pretese (o almeno lo spero) che parte da un'idea di fondo interessante e dai risvolti potenzialmente non poi così banali: come ci comporteremmo nella nostra vita quotidiana se, improvvisamente, dovessimo trovarci senza la connessione a Internet?
Questo è proprio quello che accade ai protagonisti di Sconnessi e il film vuole raccontarci come se la cavano.