sabato 11 maggio 2019

The butterfly effect

In un qualsiasi sistema, l'effetto farfalla è quel fenomeno per cui una piccola variazione delle condizioni iniziali può generare a lungo termine anche alterazioni enormi. Il primo a occuparsene fu Edward Lorenz nel 1962. Per la verità egli inizialmente affermò che un singolo battito di ali di un gabbiano sarebbe stato in grado di cambiare il clima per sempre. Solo successivamente sostituì il gabbiano con una farfalla. Altrimenti questa pellicola si sarebbe chiamata The seagull effect, l'effetto gabbiano...
Comunque l'effetto farfalla ha avuto nel tempo una certa eco e ha ispirato gli esordienti o quasi Eric Bress e J. Mackye Gruber a sceneggiare e dirigere questa pellicola.
La trama in breve e senza spoiler, che tanto poi gli spoiler li metto dopo, ma prima avviso.
Il protagonista è Evan, che è stato cresciuto solamente dalla madre, in quanto il padre era rinchiuso in un manicomio.

lunedì 6 maggio 2019

Auguri per la tua morte

Ma cos'è questo Auguri per la tua morte, un thriller/horror del sottogenere slasher, una commedia, un film young adult, una pellicola del filone dei loop temporali? Forse tutto questo messo insieme.
Per la verità questo genere, ormai abbondantemente inflazionato, non mi appassiona più di tanto, ma sono arrivato a questo film per la storia del loop temporale, argomento che su quest blog troverà sempre spazio.
Dopo il capostipite del filone, Ricomincio da capo (che qui viene citato), periodicamente la persona destinata a dover rivivere una determinata giornata torna al cinema.
Questa volta, però, gli autori del soggetto e della sceneggiatura, Scott Lobdell e Christopher Landon, quest'ultimo anche regista, hanno voluto mischiare i generi e hanno inserito il loop temporale in un film horror, senza dimenticare l'umorismo, che negli ultimi anni ogni tanto ha contaminato lo slasher.
In Auguri per la tua morte seguiamo le disavventure di Tree (Jessica Rothe), una studentessa del college

domenica 24 marzo 2019

Invisible

Invisible (The invisible nell'edizione originale inglese) è un film del 2007, remake di una pellicola svedese, Den osynlige del 2002, che in pochi devono aver visto. In Italia, distribuito dalla Walt Disney Pictures (!) incassò ai tempi poco meno di 13 mila Euro. La pellicola, costata in tutto circa 30 milioni di dollari, ne incassò in totale meno di 27.
Insomma, non proprio un successone.
Tanto che il film di David S. Goyer, alla terza opera come regista (la precedente fu la trasposizione del terzo capito di Blade), ma famoso già da anni come sceneggiatore cinematografico (tra i suoi lavori spiccano Il Corvo 2, Dark City e i tre Batman di Nolan) e di fumetti (Doctor Strange e Ghost Rider) venne presto dimenticata.

domenica 10 marzo 2019

Left Behind - La profezia

Era più di un mese che non mettevo mano al blog, maledetti impegni!
Adesso cerco di farmi perdonare, anche se il titolo recensito non è proprio massimo.
Left Behind, letteralmente "lasciati indietro", sottotitolo italiano La profezia, è un film del 2014 con attore protagonista il poliedrico e infaticabile Nicolas Cage, ramake della pellicola Prima dell'apocalisse (titolo originale Left Behind: The Movie) di Vic Sarin di 14 anni prima, entrambi trasposizione cinematografica del romanzo Gli esclusi (Left Behind), primo di una serie di sedici romanzi di Tim LaHaye e Jerry B. Jenkins basati sulle profezie escatologiche bibliche, serie che negli Stati Uniti sembra aver avuto un notevole successo.
Già il tema religioso tende a disturbarmi un po' e non mi fido. Ci ero cascato anche con Codice Genesi ed è finita male. Questa volta, però, l'afflato religioso non l'avevo colto o forse mi ero distratto nella visione del trailer e ci sono cascato di nuovo.
Due parole per la trama.

martedì 22 gennaio 2019

Qualcosa, là fuori

Il sottogenere sopravvissuti rappresenta uno storico filone della fantascienza nel quale un evento di vario genere ha devastato il nostro pianeta e i pochi fortunati o sfortunati rimasti in vita cercano di sopravvivere come possono, non solo in un ambiente ormai ostile, ma dovendo anche fare i conti con un'umanità degenerata.
Non sempre, però, la causa della distruzione del pianeta risulta così centrale come nel romanzo di Arpaia. In genere si tratta solo di un espediente per giustificare un'ambientazione post apocalittica e invece qui diventa oggetto fondante della trama.
Il protagonista è Livio, un anziano ex professore e ricercatore di neuroscienze che, all'interno di una carovana di migliaia di disperati, sta risalendo a piedi l'Italia e poi l'Europa ormai devastate e desertiche, con l'obiettivo di raggiungere i paesi scandinavi, gli unici Stati europei di questo pianeta Terra terribilmente surriscaldato dai cambiamenti climatici, in cui sia ancora possibile condurre una vita accettabile.

giovedì 17 gennaio 2019

Sunshine

Dopo tutte queste recensioni di pellicole appena uscite al cinema, questo blog non lo riconoscevo più e così ho pensato di recuperare lo spirito originario, andando a riprendere questo film del 2007 del sempre ottimo Danny Boyle.
Boyle, che dopo il clamoroso Trainspotting del 1996 aveva realizzato altre interessanti pellicole, fra le quali The Beach e 28 giorni dopo, lavorò per un anno al fianco di Alex Garland (scrittore del romanzo da cui fu tratto The Beach, sceneggiatore di 28 giorni dopo insieme a Boyle e in seguito regista di Ex Machina) alla scrittura di questo film.
Un po' di trama, senza spoiler.
Siamo nel 2057 e il Sole si sta spegnendo. Cioè, è ancora caldissimo, ma i suoi raggi sono più deboli e non sono più sufficienti per scaldare la Terra, che quindi si sta raffreddando pericolosamente, mettendo a rischio la sopravvivenza della specie umana.

Il potere e la gloria - Dragonero n. 68

Primo albo di Dragonero scritto da Gabriella Contu e uno dei pochi non sceneggiato dai due padri Vietti ed Enoch.
In un Erondar alle prese con la ricostruzione, dopo che la veloce, ma devastante guerra con gli elfi neri lo ho distrutto non solo fisicamente, ma anche socialmente, sono molte le persone che, prive di scrupoli, cercano di sfruttare questo periodo di incertezze e instabilità per i propri interessi. E così Myrva, in quanto esperta e brillante Tecnocrate viene rapita per... se volete saperlo compratevi l'albo, che è ancora in edicola.
Alla sua ricerca partiranno il fratello Ian e il nuovo capo degli scout, Briana, nei pericolosi territori dell'Enclave della Montagna, dove incontreranno gli irrequieti Figli di Olhim.